"Le vie dei canti",
Partenze a date fisse. Guida in italiano
1° GIORNO - ITALIA > DUBAI
Benvenuti a bordo. Il volo per Sydney è via Dubai.
2° GIORNO - DUBAI > SYDNEY
Il fuso orario corre e le giornate diventano più brevi: Dubai è a +2, Sydney a +9 quando a Roma c’è l’ora legale.
3° GIORNO - SYDNEY
Sydney ha la baia più bella del mondo. Anche dopo un lungo viaggio, non si rinunci a un pur breve colpo d’occhio su questo luogo incantevole. Chi ha energia si può perdere nei vicoli stretti e ciechi di The Rocks, il quartiere più vecchio della città, o nei mercati, nelle boutique, nei caffè e nei pub di Paddington. Appuntamenti spettacolari, volendo anche fotografici, con il sole che sorge in cima al ponte di Sydney o quando cala sullo sfondo dell’Opera House.
4° GIORNO - SYDNEY
(pranzo)
Gli australiani sanno sorridere e divertirsi, hanno carattere e determinazione. Non si preoccupano troppo dell’eleganza nel vestire ma curano il loro fisico con maniacale attenzione. Fisici perfetti si vedono nella bella spiaggia di Bondi, disegnata a falce di luna, fra i surfisti impegnati a cavalcare le onde. 

 

Accompagnati dalla guida che parla italiano, visita dei quartieri The Rocks e Kings Cross, che negli Anni Venti era un feudo riservato ai criminali. Grande emozione durante la crociera nella magnifica baia di Sydney, con pranzo incluso. Pomeriggio a disposizione. Anche per visite culturali.
L’Australian è il più grande museo di storia naturale del paese: i dinosauri sono la maggiore attrazione.
5° GIORNO - SYDNEY
Sydney come si vuole, con un’intera giornata a disposizione. Magari da dedicare allo shopping: divertenti negozi, spesso all’avanguardia nella moda, propongono cosmetici naturali e prodotti bio, ma anche opali e bigiotteria. Possibilità di escursioni facoltative, ad esempio nelle Blue Mountains che prendono il nome dalle piante di eucalipto che le ricoprono e che a volte diventano blu. O nella Hunter Valley, con estesi vigneti e ottimi vini.
6° GIORNO - SYDNEY > AYERS ROCK
“Walk about” non è soltanto fare una passeggiata, è il camminare degli aborigeni, che cercano la comunione con i loro spiriti. “Le vie dei Canti” è il più bel libro di Bruce Chatwin, un omaggio alla cultura dei nativi ed è ambientato qui, tra Olgas, monti e gole rosse di una selvaggia bellezza, e “Uluru”, Ayers Rock, il monolite più grande del mondo: cambia colore più volte al giorno, a secondo di come viene colpito dai raggi del sole. Al tramonto diventa rosso acceso da marrone che era. E’ il momento in cui gli aborigeni, che considerano sacra questa montagna, raggiungono i loro luoghi di preghiera: sanno rendersi invisibili, nascosti fra le pieghe delle rocce di “Uluru
7° GIORNO - AYERS ROCK

(cena)
“The Climb”, la scalata. Si arriva in cima ad “Uluru”, un’emozionante impresa che ha come premio la firma da apporre al libro che è fissato ad una pietra in vetta al monolite, le pagine sferzate dal vento. E intorno, una vista spettacolare, chilometri e chilometri di deserto rosso. Nel Centro Culturale Aborigeno si può conoscere la storia di questo antico popolo e la loro arte. Realizzano quadri molto colorati, venduti a prezzi altissimi nelle gallerie di Alice Springs, da mercanti che spesso pagano gli artisti con pochi dollari e qualche lattina di birra a quadro. Cena “Sounds of Silence”, buona cucina australiana sotto le stelle, mentre un astronomo racconta il cielo e spiega le costellazioni.

8° GIORNO - AYERS ROCK > CAIRNS

(colazione)
L’Australia dai mille climi e dalle mille suggestioni. Dal deserto di Uluru a Cairns, affacciata sulla Grande Barriera Corallina. Clima, colori, profumi, mettono voglia di passeggiare sul lungomare ed è bene farlo prima di scegliere un buon ristorante dove assaggiare l’ottimo barramundi, pesce qui molto diffuso. Evitare le ostriche Kilpatrick, una barbarie che abbina il bacon alle ostriche e poi cuoce tutto.

9° GIORNO - CAIRNS

(pranzo)
L’universo sottomarino della Grande Barriera Corallina, uno spettacolo naturale che non ha eguali. Una divertente e piacevole passeggiata marina in catamarano e poi si sceglie cosa fare: un semplice bel bagno, scendere a profondità abissali in immersione con le bombole, oppure, ed è sufficiente, indossare maschera e pinne per divertirsi e fare fotografie, se ci si ricorda di comprare una piccola ed economica macchina fotografica subacquea. Lì sotto, a popolare acque turchesi, ci sono migliaia di specie di coralli e una moltitudine di pesci colorati.

10° GIORNO - CAIRNS

Wooroonooran può sembrare il rumore scatenato da una moto smarmittata, invece è il nome di un bel Parco Nazionale, con una incontaminata foresta pluviale che si visita con una guida che parla italiano. E’ in una zona dove ci sono le due montagne più alte del Queensland e molti corsi d’acqua, cascate e piccoli laghi dove è possibile fare il bagno, circondati da una affascinate natura selvaggia. Si possono vedere anche i giganteschi coccodrilli di acqua salata: non qui, ma alla Johnstone River Farm. Visita alle Cascate Josephine con possibilità di fare una nuotata.

11° GIORNO - CAIRNS > DUBAI

Arrivederci Australia. Comincia il viaggio di ritorno, via Brisbane e Dubai.

12° GIORNO - ITALIA

Bentornati a casa.

NB: l'itinerario può essere combinato con altri tour o con soggiorni balneari in Polinesia, Fiji e Nuova Caledonia.

Sfoglia ora i catalogo Fantastica Australia in basso alla pagina per approfondire i dettagli oppure contattaci ora

H 24 Travels è un'agenzia di viaggi intermediaria della Mappamondo ed è disponibile con i suoi travel experian a darti le informazioni che necessiti per la tua prossima vacanza prenotata con noi. Compila il form in basso alla pagina per ricevere una quotazione e le informazioni in merito alla tua prossima vacanza.

Viaggi di Nozze e non solo!

SCOPRI LE  MIGLIORI OFFERTE  DELLA MAPPAMONDO

Per info ed offerte compila il form