Polonia

Bisonti, dune e antiche città  8 giorni

Nella regione più selvaggia e meno conosciuta del Paese

La foresta Bialowieza, patria degli ultimi bisonti - la cittadina storica di Tykocin - la natura straordinaria del Parco di Biebrzanski - la Tana del Lupo di Hitler - la navigazione sul canale Ostrodzko-Elblaski - le inaspettate dune sul Baltico

La Polonia è nota per la sua storia intensa e il suo incalcolabile patrimonio culturale. Noi, però, vogliamo ammirarne il lato meno conosciuto, quello della sua natura esotica e selvaggia. La Foresta Bialowieza, con il più grande branco di bisonti in Europa, oltre ad alci, lupi e i tarpani (cavalli polacchi). La valle del fiume Biebrza, una terra palustre in cui vivono circa 235 specie di uccelli e le schive lontre. La Masuria, l’incantevole area dei “mille laghi”. Il Parco Nazionale Slowinski (riserva della biosfera UNESCO), con le spettacolari dune di sabbia che sfiorano i 30 m e si tuffano nel Mar Baltico. Questa immersione nella natura non tralascia le visite culturali come: la chiesa di Grabarka, il luogo di culto più importante per gli ortodossi; Tykocin, con la grande sinagoga e la maestosa chiesa barocca; il bunker di Gierlosz (la Tana del Lupo), uno dei quartieri generali di Hitler; il santuario mariano di Święta Lipka, centro di pellegrinaggio della Polonia; il Castello dei Cavalieri Teutoni di Malbork; Danzica e la sua storia millenaria; le città di Torun e Olsztyn, dove nacque e visse Copernico. Un itinerario inaspettatamente vario e affascinante, per scovare scorci sconosciuti della nostra Europa. Guida locale parlante italiano.

Per il programma di viaggio e/o per altri itinerari sulla destinazione contattaci qui

Segui H 24 Travels anche su: fb, Twitter, Instagram, You Tube