Kazakhstan

Nella terra dell’Uomo d’Oro  15 giorni

Tra i siti archeologici e naturalistici dell’antica Scizia

La vecchia capitale Almaty - i laghi Kaiyndy e Kolsay - il Charyn Canyon - il Parco Nazionale Altyn-Emel - il set cinematografico del colossal “Nomad” - i petroglifi di Tamgali - il mausoleo timuride di Yasaui a Turkistan - le rovine delle antiche Sauran e Otrar - la nuova capitale Astana - Sofievka, il villaggio dei cacciatori con le aquile

Un insolito viaggio nel nono paese al mondo per estensione, il Kazakhstan, una delle ultime frontiere del turismo, per lungo tempo considerato poco più di un grande spazio vuoto al centro dell’Asia. Eppure per più di 2000 anni i deserti e le steppe fra il Mar Caspio e la Cina sono stati attraversati da popoli nomadi e da mercanti in viaggio sulla Via della Seta. L’anno scorso il paese è balzato agli onori della cronaca perché ha ospitato l’Esposizione internazionale Expo. Almaty, la vecchia capitale russa, centro socio-culturale del paese. Lo spettrale Lago Kaiyndy e gli idilliaci Laghi di Kolsay, perle del Kungey Alatau. Il Charyn Canyon, uno dei canyon più spettacolari del mondo. Il Parco Altyn-Emel, con la “duna che canta”, le psichedeliche montagne colorate, le immense steppe abitate da asini selvatici e gazzelle e i tumuli della necropoli reale di Besshatyr. Il set del colossal cinematografico “Nomad”. I petroglifi di Tamgaly (Patrimonio UNESCO), con i misteriosi idoli dalla testa a forma di sole. Le rovine di Otrar e Sauran, antiche città carovaniere lungo la Via della Seta. Il Mausoleo di Yasaui a Turkistan (Patrimonio UNESCO), capolavoro dell’arte timuride. Le fantasiose architetture contemporanee della nuova capitale Astana. Sofievka, il villaggio dei cacciatori con le aquile. In Kazakhstan i viaggiatori sono ancora una rarità e all’ospite straniero viene riservata un’accoglienza eccezionale!

Per il programma di viaggio e/o per altri itinerari sulla destinazione contattaci qui

Segui H 24 Travels anche su: fb, Twitter, Instagram, You Tube