Basilicata

La regione Basilicata è ubicata nella parte meridionale dell’Italia. La Basilicata è da sempre una regione che viene visitata per vivere un'esperienza unica. Ammirare la famosa Basentana è uno spettacolo della natura come i laghi di Monticchio,  una delle aree più spettacolari della Basilicata. Il lago Grande e il lago Piccolo, sono due splendidi specchi d’acqua che occupano i due crateri, ormai spenti, del Monte Vulture e sono circondati da una fitta e lussureggiante vegetazione. Visitare questa terra e immegersi nel silenzio più totale, colori, profumi e sapori ti porteranno in una dimensione lontano dallo stress della vita moderna. I boschi e le foreste che ricoprono le montagne sono costellati da piccoli e suggestivi borghi, dove i sapori genuini e le bellezze della natura si uniscono alle testimonianze storiche. per soddisfare ogni desiderio di conoscenza. La regione confina a nord e a est con la Puglia, a nord e a ovest con la Campania, a sud con la Calabria, a sud-ovest è bagnata dal mar Tirreno e a sud-est dal mar Ionio. La costa ionica, con le due note località di Mataponto e Policoro, offrono ampie spiagge di sabbia o di ciottoli, mentre Il Golfo di Policastro, sul versante tirrenico, presenta una costa alta e frastagliata, dove i promontori a picco sul mare sono intervallati da piccole spiagge lambite da un mare cristallino.

Per ulteriori informazioni sulla tua prossima vacanza non esitare a compilare la tua richiesta nel modulo presente su questa pagina e noi cercheremo di risponderti in tempi brevi. Grazie H 24 Travels

Matera, città dei Sassi, un luogo unico entrato a far parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, insieme alle sue numerose chiese rupestri. Portata alla ribalta anche grazie a numero film girati in questa location unica, ma è con la pellicola di Mel Gibson THE PASSION OF THE CHRIST che Matera è esplosa in tutto il Mondo e nel 2019 La città di Matera è stata la capitale europea della cultura.
Una passeggiata lungo i vicoli della Civita, il nucleo più antico della città, permette di addentrarsi nell’antico agglomerato urbano, formato da una fitta rete di grotte, scavate nella roccia dai pastori per dare rifugio alla propria famiglia ed alle bestie.
Un’architettura arcaica, senza alcuna progettazione, che ha dato origine ad una vera e propria opera monumentale, divenuta attrazione per milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo.

C'è poi la costa di Maratea sul versante tirrenico della Basilicata, famosa per la ricchezza e la bellezza dei suoi fondali marini. Questa splendida terra offre innumerevoli piccole spiagge dove rilassarsi al sole e rinfrescarsi nelle acque cristalline. Inoltre, attraverso i tour in barca si possono visitare le tante grotte marine che costellano il litorale.  La città di Maratea è una preziosa perla incastonata nel suggestivo Golfo di Policastro, dominato dall'alto dall'imponente Statua del Redentore.

La cucina tipica della Basilicata è interamente basata sui prodotti locali, sapientemente combinati in pietanze caratteristiche e d’antichissima tradizione. Protagonista delle tavole lucane è la pasta di grano duro, lavorata a mano con gli antichi utensili come la rasola, la cavarola (rispettivamente una lama e un piccolo tagliere) e la maccarunara, mentre i nei sughi molto saporiti è onnipresente il peperoncino. Altra arte culinaria è la preparazione della panella, grandi forme di pane con impasto a base di farina e patate bollite, mentre la carne d’agnello è una delle loro pietanze preferite da portare a tavola, come il cazmarr, il polpettone d’interiora e il cutturiddi, una specie di stufato.
Apprezzata anche la testina d’agnello, che viene cotta al forno e condita con origano e pecorino.
Tra le carni è famosa la lucanica, una salsiccia di carni magre di suino, preparata in numerose varianti, senza l’impiego di additivi.
Altra regina della gastronomia della Basilicata è la verdura che, abbinata al peperoncino, offre un’ampia varietà di gustosi piatti. Ricordiamo il calzone di verdura, la ciammotta (frittura di patate, peperoni e melanzane condita con pomodoro), la cialledda, con fave, patate e carciofi, e l’insalata di lampaggioni.